AVVISI

ATTENZIONE: per effetto di recenti modifiche normative (D.Lgs. n. 149/2022, c.d.  Riforma Cartabia) applicabili alle mediazioni depositate dal 30.06.2023, il primo incontro di mediazione è già incontro effettivo, la partecipazione al quale comporta l’obbligo di corrispondere le spese di mediazione secondo le tabelle in vigore.

In attesa della pubblicazione delle nuove tabelle delle indennità (previste nel decreto ministeriale ancora in fase di redazione) è al momento ancora applicabile quanto previsto dal D.M. n. 180/2010, le cui tabelle sono riportate nel Regolamento dell’Organismo. (modificato in data 01.12.2023)

Alle mediazioni depositate dal 15.11.2023 si applicano le nuove indennità di mediazione ai sensi del D.M. n. 150/2023. Si invita a prendere visione delle relative tabelle.

La Segreteria


Si avvisa che in seguito all’entrata in vigore della “riforma Cartabia” e della legge di bilancio n. 197/2022, la normativa di riferimento subirà alcune modifiche a far data dal 28.02.2023 e dal 30.06.2023, come meglio indicate nel testo coordinato consultabile al seguente link: nuova normativa.

La Segreteria


L’Organismo di Conciliazione Forense di Voghera osserva regolarmente i seguenti orari:

martedì e giovedì ore 14,30 – 18,00.

È possibile depositare istanze di mediazione mediante pec, secondo le istruzioni di cui al seguente link. Farà fede la data di invio.


Cos’è la mediazione?

La MEDIAZIONE è un sistema di risoluzione delle controversie relative a diritti disponibili alternativo al processo civile.

In base alla mediazione, il MEDIATORE, terzo neutrale, imparziale ed indipendente, non decide, ma assiste le parti, guidando la loro negoziazione e orientandole verso la ricerca di un accordo reciprocamente soddisfacente. Il mediatore coinvolge le parti nel fine condiviso di giungere ad un accordo vantaggioso per entrambe, promuovendo l’ascolto attivo e la mutua collaborazione nel problem solving.

Le parti, con l’assistenza del Mediatore, possono non solo risolvere il problema specifico, ma ristabilire ed anche rafforzare le proprie relazioni. Le parti, esprimendo la loro visione del disaccordo ed ascoltandosi reciprocamente, possono giungere alla soluzione, decidendo ambito e portata dell’accordo, secondo i bisogni e gli interessi personali.

Chi attiva la mediazione?

La mediazione può essere attivata su domanda di una parte o congiuntamente, oppure su invito del giudice, valutata la natura della causa, lo stato dell’istruzione e il comportamento delle parti (art. 5 co.2 D.Lgs. 28/10) oppure quando è prevista da una clausola contrattuale di mediazione.

La riservatezza è una caratteristica fondamentale della mediazione.

Il recente decreto legislativo 28/2010 tutela espressamente la riservatezza delle dichiarazioni rese e delle informazioni acquisite nel procedimento di mediazione, prevedendone l’inutilizzabilità nel successivo giudizio.